GATTONERO

Gattonero | Alessandro Gatti


Presentare GATTONERO, al secolo Alessandro Gatti, non è certo cosa facile, vista l’incredibile quantità di attività che svolge.

Anzitutto è un pittore nel senso più classico del termine, ma fa anche parte della tanto acclamata street art di cui è, come si dice in gergo, “old scool” il che significa che è tra i primi ad aver cominciato in Italia.

E’ un illustratore, ha lavorato per svariate riviste, libri e quotidiani, tra cui “Maxim” e “Il Giornale”.

E’ uno scenografo, ha firmato numerosi film, pubblicità, sfilate di moda e persino molte Opre Liriche, tra cui una stupenda “Madame Butterfly” nel teatro più importante di Seoul.

E’ uno scultore esperto nella lavorazione del marmo, del bronzo, del legno e del metallo.

E’ che un mok-uppista, che significa “colui che crea gli effetti speciali per i film”; è in grado di ricreare vere e proprie sculture semoventi, dette “animatronic”.

E’ un fumettista con alcune pubblicazioni alle spalle.

E’ stato il rappresentante delle accademie italiane durante la protesta che ha portato le accademie nel circuito universitario.

E’ un esperto di Leonardo da Vinci di cui studia e ricostruisce le macchine.

Ma questo descrive solo in parte la lunga esperienza di un’artista il cui curriculum in versione ridotta sono cinque pagine fitte come un romanzo di Dostoevskij.

Quello che troviamo nei suoi dipinti è il frutto di una lunga, anzi lunghissima, esperienza fatta sul campo e mette d’accordo l’arte figurativa della grande scuola italiana con quella materica astrattista delle avanguardie.

Ne nasce un dialogo di equilibri fra figura e materia tra pieni e vuoti , tra anima e cervello.

 

 

 

 

      

 

 

 


aleilgatto@gmail.com

www.gattoneroart.it

www.gattoneroart.blogspot.it