LED

Led | Alessandro Appolonio

Milano il 26 gennaio 1977


Led è un caso unico nel panorama della corrente pittorica Street Art e Post-graffiti italiana. La sua storia personale assomiglia a un film noir che tende ad un epilogo dolce e luminoso.

La storia di Led si contraddistingue per la passione per i graffiti e per gli eccessi, un percorso entropico e senza controllo che segnerà indelebilmente l’adolescenza dell’artista.

Sì artista, perchè Led in carcere viene salvato dalla pittura. Pittura come valvola di sfogo e come antidoto alla sua condizione di prigionia e di forzata immobilità., pittura che lo porta ad esporre al PAC di Milano, alla fortunata mostra “Street art sweet art” organizzata da Vittorio Sgarbi.

Led dipinge prevalentemente nelle ore notturne scoprendo e sfogando sulle tele le proprio frustrazioni, colorando la lenta agonia delle ore passate insonne, tracciando i sogni che ancora si porta dentro.

Le tele dell’artista diventano punti d’incontro nelle quali convivono sentimenti forti di speranza e di affrancamento con un dolce sentimento di speranza, il tutto raffigurato con tratti forti e decisi ed energici, che riprendono con netta sicurezza i movimenti e le armonie dei graffiti, protagonisti dell’adolescenza di Led.

Col passare degli anni lo stile di Led si evolve, raggiungendo toni più sicuri e maturi, avvicinandosi all’arte informale, le sue tele si riempiono di elementi materici, volti di clown fatti di schizzi ed esplosione di colori e le applicazioni cartacee di manifesti pubblicitari prevalentemente circensi, rendono le opere dell’artista una sorta di muro “vissuto”, uno squarcio urbano unico nel suo genere.

Da novembre 2007 a novembre 2009 Led ha lavorato per la galleria Torcular di Milano correlata alla televendita di Street Art condotta da Gianluca Gaudio del canale Telemarket (Brescia).



2007/ 2008


 

“Street Art, dai graffiti alla pittura”, Gianluca Gaudio, show room telemarket, Brescia


“Muralia”, vittorio Sgarbi, Palazzo Paolo V, Benevento


“Street Art, dai graffiti alla pittura, Italia-Brasile”, Vittorio Sgarbi, Museo dell’arte contemporanea dell’università di San Paolo, Brasile


“Street Art, dai graffiti alla pittura, Italia-Argentina”, Vittorio Sgarbi, Centro Culturale Recoleta, Buenos Aires, Argentina



MOSTRE COLLETTIVE


“Street art sweet art”, Vittorio Sgarbi, PAC, Milano

“Decontamination”,Vanina Schenone, Nhou, Milano

“Il treno dell’arte, Museo per un giorno” Vittorio Sgarbi, Mostra itinerante